ART PAPER GALLERY  

 

 

 

 

LUIGI PROFETA

 

Luigi Profeta è nato a Milano il 13 Luglio 1969, vive e lavora a Cormano (MI) 

Fin da ragazzo la sua vena artistica, lo porta a sperimentare molte forme d’arte, dalla fotografia, suo primo grande amore, alla scultura e alla pittura. Negli anni 90’ apre un laboratorio di maglieria, dove disegna capi e modelli che poi sviluppa e vende a numerosi negozi e marchi. Proprio grazie a questa attività, conosce il maestro Alfonso Madaluni, che coglie immediatamente le potenzialità artistiche di Luigi Profeta. Infatti, diventa allievo del maestro per alcuni anni, dopodiché con la spinta di Madaluni realizza la sua prima mostra personale, che risulta un successo inaspettato.

 

La sperimentazione di Luigi Profeta si costruisce su geometrie nette e superfici polimateriche, che dividono lo spazio tramite sagome dai contorni precisi, contrassegnate da un colore o da un motivo specifico. Le cromie che appaiono in questi lavori sono forti, incisive, accostate in molti casi a lastre di materia metallica. Il suo comporre è sempre calibrato, ordinato e razionale - anche quando gli spazi appaiono gremiti di grovigli filiformi -  basandosi sulla dialettica tra forme e sostanze diverse, sull’alternanza di forme geometriche (cubi, parallelepipedi, sfere) che emergono in bassorilievo e, superfici piatte e monocrome, su cui elementi tessili giocano spesso di contrasto. Profeta rivela sapienza costruttiva negli accostamenti, dando vita a tensioni tra ordine e caos, tra istinto e ragione, dove anche parole e numeri diventano le tracce simboliche di un percorso laborioso e introspettivo, che si rivela nella testimonianza esplicitamente narrativa delle sue titolazioni. Le forme in cui si declina il suo percorso artistico ricordano le architetture primarie di certe costruzioni giocattolo, anche se qui nulla fa pensare a un intento ludico, né tanto meno al ritrovamento di un tempo perduto. Si tratta piuttosto di una ricognizione sulle origini della forma, e sulla purezza delle geometrie euclidee, esplorate come fonte primaria di comprensione delle regole che governano le forze della natura, e quindi anche come utopia di un apparato regolatore su cui ordinare i comportamenti umani. Partendo da questo dato, diventa chiaro, sul piano metaforico dell’avvertimento esistenziale, il senso di queste opere e la potenzialità comunicativa del loro messaggio : la ragione geometrica che si traduce in forma, materia e colore, è il filo d’Arianna capace di eludere le insidie dei labirinti dell’inconscio.

Paolo Levi

__________________________________________________     https://www.clickartgallery.com/copia-di-luigi-profeta

 

 

PASSAGGIO NEL BOSCO, 2020, Acrilico su carta, 20 x 30
PASSAGGIO NEL BOSCO, 2020, Acrilico su carta, 20 x 30

IN VENDITA

L'ANTRO DEI RICORDI ,  2020,  Acrilico su carta ,  20 x 30
L'ANTRO DEI RICORDI , 2020, Acrilico su carta , 20 x 30

IN VENDITA

CATTEDRALE, 2020, Acrilico carta, 20 x 30
CATTEDRALE, 2020, Acrilico carta, 20 x 30

IN VENDITA


CONTATTACI

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti